img Leseprobe Leseprobe

La chiamavano maternità

Laura Ruoppolo, Maristella Panepinto

EPUB
6,49
Amazon iTunes Thalia.de Weltbild.de Hugendubel Bücher.de ebook.de kobo Osiander Google Books Barnes&Noble bol.com Legimi
* Affiliatelinks/Werbelinks
Hinweis: Affiliatelinks/Werbelinks
Links auf reinlesen.de sind sogenannte Affiliate-Links. Wenn du auf so einen Affiliate-Link klickst und über diesen Link einkaufst, bekommt reinlesen.de von dem betreffenden Online-Shop oder Anbieter eine Provision. Für dich verändert sich der Preis nicht.

Navarra Editore img Link Publisher

Belletristik / Gegenwartsliteratur (ab 1945)

Beschreibung

Essere mamme oggi, tra speranze, desideri, felicità, ma anche dubbi, incertezze e momenti di crisi.  Perché la maternità è un viaggio di trasformazione da affrontare, come le autrici, con coraggio e ironia: una ricetta infallibile!
Dall'esperienza della seguitissima testata online  A tutta mamma!... e non solo, un libro - con la prefazione di Simonetta Agnello Hornby - che parla di maternità con schiettezza e il sorriso sulle labbra
La chiamavano maternità è una fitta corrispondenza semiseria che, pur  comprendendo l’intero universo di due donne adulte ha un’unica e salda linea guida: la loro prole. “La maternità è il più bel punto di non ritorno”: in queste parole infatti  la giornalista Maristella Panepinto, fondatrice con l'amica e storica dell'arte  Laura Ruoppolo del progetto  A tutta Mamma!, condensa il suo punto di vista sulla maternità. Un'esperienza forte, un caleidoscopio di sentimenti, una pietra miliare nella vita di moltissime donne:  essere mamma è tutto questo e anche molto altro, è bellezza e dolore, entusiasmo e stanchezza cronica, desiderio di stare “appiccicati” al proprio pargoletto ma anche voglia di approdare su un'isola deserta.
Il libro parla con autenticità, dolcezza e ironia della maternità, sfuggendo agli stereotipi melensi e venendo a patti con l'inevitabile somma di sentimenti, che a volte non si allineano tra loro, che ogni madre affronta.  Un libro per mamme che non pretendono di essere perfette, ma che accettano con serenità la propria umanissima e fisiologica imperfezione: perché, per le autrici, se c’è una certezza nella maternità, è proprio l’imperfezione, che rende unica ciascuna madre.

Weitere Titel von diesem Autor

Kundenbewertungen