img Leseprobe Leseprobe

Il meglio di piùDOLCI

Le ricette più buone dal n.1 al n.20

Mara Mantovani, Francesca Ferrari, Daniela Peli, et al.

EPUB
ca. 5,49
Amazon iTunes Thalia.de Weltbild.de Hugendubel Bücher.de ebook.de kobo Mayersche Osiander Google Books Barnes&Noble bol.com
* Affiliatelinks/Werbelinks
Hinweis: Affiliatelinks/Werbelinks
Links auf reinlesen.de sind sogenannte Affiliate-Links. Wenn du auf so einen Affiliate-Link klickst und über diesen Link einkaufst, bekommt reinlesen.de von dem betreffenden Online-Shop oder Anbieter eine Provision. Für dich verändert sich der Preis nicht.

Quadò Editrice img Link Publisher

Ratgeber / Essen & Trinken

Beschreibung

Quando ci avete spronato a pubblicare un volume con le ricette dei primi numeri di più DOLCI, ormai esauriti e introvabili da tanti anni, ho pensato che fosse giusto accontentarvi: sono infatti tante le lettrici che ci seguono solo da qualche anno e che non li hanno conosciuti, magari perchè nel 1999, anno di nascita del numero 1 di più DOLCI, erano delle ragazzine. Mi sono accinta al lavoro iniziando a sfogliare i primi numeri con occhi diversi: dovevo scegliere per Voi le ricette migliori tra le tantissime pubblicate, ma io me le ricordavo tutte buone! Allora ho chiamato in aiuto Mara, ma anche per lei era difficile scegliere, quindi abbiamo interpellato Sandra, poi Francesca, poi Antonietta, poi Silvana... insomma abbiamo rischiato di non pubblicare proprio nulla, perchè tutte volevano tutto: immaginate la scena, un gruppo di 10 donne che sfogliano i primi 20 numeri della rivista, che incollano postit sulle pagine e che borbottano "ma vi ricordate questa”? Con l'aria di chi ha ancora quel profumo di vaniglia sotto al naso e discutono su questa e quella crostata, quel biscotto piuttosto che quella torta! E' stato difficile scegliere tra tante deliziose squisitezze. Finalmente, superato lo scoglio della selezione dei dolci, Mara, Riccardo e Umberto, già in piena fase operativa, hanno rifatto tutte le ricette scelte, le abbiamo rifotografate e, “dulcis in fundo” ASSAPORATE! Nessuna ci ha tradito, sono tutte ricette ottime e, assaggio dopo assaggio, abbiamo constatato che “le cose buone” non perdono valore con il passare del tempo, che anzi le consacra quasi patrimonio di una tradizione cui amiamo riferirci nelle grandi e nelle piccole occasioni del nostro vissuto.