img Leseprobe Leseprobe

L’origine dell’uomo secondo la teoria dell’evoluzione

Cesare Enrico Aroldi

EPUB
0,49
Amazon iTunes Thalia.de Weltbild.de Hugendubel Bücher.de ebook.de kobo Mayersche Osiander Google Books Barnes&Noble bol.com
* Affiliatelinks/Werbelinks
Hinweis: Affiliatelinks/Werbelinks
Links auf reinlesen.de sind sogenannte Affiliate-Links. Wenn du auf so einen Affiliate-Link klickst und über diesen Link einkaufst, bekommt reinlesen.de von dem betreffenden Online-Shop oder Anbieter eine Provision. Für dich verändert sich der Preis nicht.

Youcanprint img Link Publisher

Naturwissenschaften, Medizin, Informatik, Technik / ÷kologie

Beschreibung

CAPITOLO I. – LE BASI DELLA TEORIA. La dottrina dell’origine dell’uomo si riattacca alla dottrina più generale dell’origine delle specie. – La vecchia storia dell’immutabilità delle specie aveva il suo precedente teologico nella falsa idea del piano prestabilito. – Metodo darwiniano. – Variazioni osservate e ottenute nelle specie domestiche. – Esempî. – Conseguenze che ne trasse Darwin. – Il libro sull’Origine delle specie. – La lotta per l’esistenza. – Darwin applica alle specie la legge di Malthus. – Esempî. – La selezione naturale e la selezione sessuale. – Le variazioni utili. – Trasmissione ereditaria. – Considerazioni di C. Darwin. – Il misoneismo zologico e scientifico di fronte a Darwin. – Progressi del Darwinismo. – Conferma avuta dalla geologia. – Conclusione. CAPITOLO II. – LE SCOPERTE DELLA PALEONTOLOGIA. L’origine e la natura dell’uomo nel concetto biblico. – Smentita toccata alla Genesi dalle scoperte della geologia in merito all’età del pianeta e dalla paleontologia in merito all’età dell’uomo. – La critica moderna ha distrutto l’illusione che la Bibbia sia opera divina. – Psicologia biblica. – Conseguenze del lavoro critico. – L’antichità dell’uomo secondo la scienza. – Opinioni di Canestrini, Lyell, Vogt, Bourgeois, Mortillet. – L’uomo miocenico. – Caratteri cranici dell’uomo primitivo. – Due punti interrogativi proposti ai seguaci della Rivelazione. – Uno squarcio del prof. G. Canestrini. CAPITOLO III. CARATTERI EVIDENTI DELLA PARENTELA ANIMALE. Una pagina del prof. Huxley. – Impossibilità di fare dell’uomo un regno a parte. – Opinione dell’Häckel. – Le scimie catarriniane e l’uomo. – Le antropoidi. – Scimie platirriniane. – Caratteri umani. – Il gorilla, suoi caratteri. – Le razze inferiori e le scimie; gli Australiani e i negri. – Opinione del dott. Weissbach. – Analogie d’indole fisiologica. – Opinione di R. Owen e di Büchner. – Osservazioni del Ducan e di Huxley. – Fra l’animalità e l’uomo esistono solo differenze di grado. – Opinioni del Pouchet e del Broca. – Conclusione. CAPITOLO IV. LE PROVE EMBRIOLOGICHE. – LA LEGGE DI HÄCKEL. L’embriologia e la dottrina tradizionale dell’origine dell’uomo. – La legge fondamentale dello sviluppo embriologico esposta dal prof. G. Cattaneo. – L’ovolo primordiale e sua iniziale identità per tutti gli organismi. – False idee sulla generazione durate fino a Wolf. – La legge di Häckel.– Caratteri comuni dei feti nei primissimi stadi dello sviluppo. – Successive, graduali differenziazioni. – Osservazioni del Büchner. – Curioso caso toccato al naturalista Agassiz. – Punti interrogativi proposti allo spiritualismo. – Osservazioni di Giebel. – La presenza della coda nei primi stadi dello sviluppo embrionale umano e la sua sopravvivenza come organo atrofizzato nel così detto coccige. – Osservazione di Häckel. – Considerazioni del prof. Enrico Morselli. – Conclusione. CAPITOLO V. – ORGANI RUDIMENTALI. – ANOMALIE

Weitere Titel von diesem Autor
Weitere Titel zum gleichen Preis

Kundenbewertungen